PASSEGGIATA O ESCURSIONE?

Falkensteiner Hotel & Spa Bad Leonfelden

Questa settimana torniamo a parlare di montagna, perché le località di mare sono ovviamente di fortissima attrazione in estate, ma anche le vette si vestono di un fascino totalmente diverso rispetto a quello dell’inverno. Dalla neve bianca si passa alle valli verdi e le possibilità di fare attività mutano radicalmente. Nella nostra ultima riunione editoriale ci siamo posti una domanda. Le lunghe passeggiate che si fanno in montagna sono vero e proprio escursionismo? Le opinioni dei membri del nostro team non sono convergenti. Motivo sufficiente per andare a fondo della questione e dare un’occhiata più da vicino alla terminologia.

LA DEFINIZIONE

Se si cercano le definizioni dei due termini, si incontrano inizialmente diversi tipi di risposta che non sono molto uniformi. La definizione più diffusa per la camminata è quella del 2010 dell’Associazione Tedesca di Escursionismo, secondo la quale un’escursione è considerata tale se il tempo di percorrenza è superiore a un’ora. Conclusione logica: una passeggiata è qualsiasi cosa sotto un’ora di cammino.

Vista in questi termini e portandola sull’esperienza personale, allora molte delle mie passeggiate erano in realtà escursioni…

Altre spiegazioni ancora prendono in considerazione anche la pianificazione, l’attrezzatura e la preparazione di un percorso. Una passeggiata non richiede un minimo di pianificazione, equipaggiamento e preparazione. Mentre in un’escursione, pensiamo già attentamente al percorso. Pianifichiamo le tappe, portiamo lo zaino da trekking, prendiamo le provviste, ci assicuriamo di avere le scarpe giuste, l’equipaggiamento per la pioggia, il kit di pronto soccorso, e così via.

Con questa aggiunta, ci avviciniamo di più alla mia precedente idea delle escursioni…

COSA CONTA DAVVERO

Ciò che colpisce delle definizioni è che non si parla mai di ripidità, livello di allenamento, grado di alpinismo o altro. E questo ci porta a un punto molto importante: guardare cosa hanno in comune l’escursionismo e la camminata o a cosa li divide.

Entrambe le attività comportano il muoversi a un ritmo moderato, all’aperto, a piedi, e per lo più nella natura (o almeno è lì che è più bello perseguire l’attività). Forse non è così importante distinguere tra le due visto che ci sono sempre molti benefici nel muoversi all’aria aperta:

  • Esperienza della natura e sollievo dallo stress: se si sceglie un percorso nella natura, lontano dal rumore e dal trambusto, si libera la mente e si trova la pace interiore.
  • Buon allenamento di resistenza: il ritmo lento e la bassa frequenza cardiaca durante le escursioni e le passeggiate aumentano la nostra capacità di resistere allo sforzo.
  • Rafforzare il muscolo cardiaco: come ogni sport di resistenza, le escursioni e le passeggiate aiutano a rafforzare e proteggere il sistema cardiovascolare.
  • Allenamento muscolare per gambe, tronco e braccia. Camminare in discesa fa lavorare anche i glutei.
  • Rafforzare i muscoli del piede: Se vuoi fare un passo in più, togliti le scarpe e cammina a piedi nudi per una parte del percorso. Questo allena la coordinazione e l’equilibrio.

In sintesi,  siamo favorevoli al mettersi su un sentiero ed iniziare a muoversi, perché i benefici per il corpo e la mente non sono da sottovalutare, anche a intensità moderata.

Chi cammina a piedi nudi, allena i suoi muscoli ancor di più
CONSIGLI

Sia che si faccia un’escursione o una passeggiata, sia che si rimanga in pianura o ci si avventuri lungo un sentiero montuoso, vogliamo darvi alcuni consigli pratici:

  • Dopo mezz’ora di cammino, allaccia le scarpe. In questo modo, si evita l’allentamento del piede causato dal caldo e dall’espansione dei piedi.
  • Se usi i bastoncini, rilassi i muscoli delle gambe. Soprattutto quando si cammina in discesa, si risparmiano anche le articolazioni del ginocchio e della caviglia. Camminare in posizione eretta migliora anche la ventilazione dei polmoni.
  • Non pensare sempre alla via del ritorno e gestisci bene le tue forze
  • Indossando calze a compressione, i muscoli dei piedi e delle gambe si stancano meno rapidamente
Che si cammini o si faccia un’escursione, utilizzare i bastoncini facilita il compito delle articolazioni delle ginocchia
  • Per il rilassamento muscolare, una seduta di sauna al termine è un toccasana. Anche il nuoto leggero scioglie i muscoli. Anche stendere le piante dei piedi su una palla da tennis o un sottile rullo per la fascia è benefico.
PER SAPERNE DI PIÙ

Anche se non siamo riusciti a rispondere alla domanda iniziale del nostro incontro, l’entusiasmo per le escursioni e le passeggiate si è sicuramente risvegliato e non vediamo l’ora che arrivino le temperature miti, dove fare esercizio all’aperto è ancora più divertente.

Per questo ti suggeriamo di fare un giro sui siti di Kronplatz e Rio Pusteria dove puoi trovare alcuni tra i più bei percorsi di trekking in Alto Adige sul sito di Kronplatz!

Ricordandoti che tutti i nostri hotel di zona offrono escursioni guidate proprio a partire dalla posrta di casa! Scopri quindi:

Close
Close